giovedì 6 ottobre 2011

Dovete sapere che io adoro mia suocera.

No, sul serio. Quando abbiamo deciso di sposarci a mio marito ho detto che non sposavo lui ma sua madre. Una donna dolcissima ma di acciaio, una femminista negli anni '50, quando su un posto di lavoro potevi essere licenziata perchè incinta. Che si è cresciuta tre figli maschi come tre soldatini, tutti bravi, attenti, che fanno mille cose e trattano le donne veramente da pari. E anche belli direi, anche se magari questo può sembrare un po' di parte.

Questo per dire che regalare un quilt a questa donna mi mette una certa ansia, vorrei farglielo bello, e che le piaccia. Dopo aver esaminato e scartato mille idee alla fine mi sono risolta per levare il coniglio dal cappello.
Ho deciso di utilizzare un progetto che avevo fatto quest' estate in montagna -che quando non cucio io progetto, eh- mentre cercavo di ricordarmi come era fatto un blocco che avevo visto su un libro giapponese ho disegnato questo. L'ho chiamato bloco sexten in onore di quelle che considero le montagne più belle del mondo. Se volete il template l'ho messo qui.
E questo è lo stato dell' arte

3 commenti:

kmagnet ha detto...

Non vedo l'ora di vederlo finito!
Pat

Potrebbepiovere ha detto...

Dillo a me... Ogni volta che inizio qualcosa mi viene come una frenesia di finirlo e nel frattempo lo odio, poi quando l'ho finito mi sento vuota e mi manca... Un circolo vizioso

NancyinSTL ha detto...

Thanks so much for sharing your template! I can't wait to try making a quilt from it. If and when I do, I will certainly post a photo for you.

Ho usato BING traduzione in italiano.

Grazie tanto per condividere il tuo modello! Non vedo l'ora di provare a fare una trapunta da esso. Se e quando lo faccio, io certamente posto una foto per voi.